METASALUTE: NUOVA PROCEDURA AUTORIZZATIVA

Feb

METASALUTE: NUOVA PROCEDURA AUTORIZZATIVA

 

 

mètaSalute

 

 

Al via la nuova procedura per l’autorizzazione delle prestazioni in forma diretta

 

Il Fondo mètaSalute insieme al fornitore RBM ha rivisto e migliorato la procedura autorizzativa delle prestazioni in forma diretta, ovvero quelle prestazioni richieste presso le strutture convenzionate.

La nuova procedura riguarderà tutte le coperture previste dal Fondo, le cure odontoiatriche, i ricoveri, l’alta diagnostica, gli accertamenti, la fisioterapia, la prevenzione, e tutte le altre prestazioni erogabili in forma diretta.

La procedura entrerà in funzione dal prossimo 18 febbraio e ogni aderente a partire dal 5 febbraio riceverà nella propria casella di posta elettronica, indicata nell’area riservata di ciascun aderente, una comunicazione con i dettagli della nuova procedura autorizzativa.

Inoltre il Fondo pubblicherà sul sito www.fondometasalute.it dei tutorial per guidare il lavoratore nella procedura autorizzativa.

 

In sintesi le novità

  1. Il lavoratore aderente, attraverso la propria area riservata, selezionerà il pulsante “Richiesta Autorizzazione in forma diretta / Richiesta vaucher.

  2. Compirà come in precedenza la selezione della prestazione da autorizzare, caricherà la documentazione richiesta, e al termine di tale percorso chiederà l’emissione del vaucher.

  3. RBM, ricevuta la richiesta di autorizzazione in forma diretta, entro 7 giorni comunicherà all’aderente tramite e-mail oppure sms (in base alla scelta espressa dal lavoratore) l’autorizzazione, oppure la richiesta di integrazione documentale oppure il diniego.

  4. L’autorizzazione avrà la forma di un vaucher, con il quale l’aderente potrà contattare la struttura sanitaria prescelta, concordare l’appuntamento e svolgere la prestazione.


  5. Nota bene. L’appuntamento potrà essere fissato solo dopo aver ricevuto mail o sms con il contenuto del vaucher, che presenta il codice sinistro, il QR code che consente l’immediata individuazione della autorizzazione alla struttura convenzionata, la prestazione, la validità e la struttura prescelta.


  6. Il vaucher autorizzativo è valido per 30 giorni, durante questo periodo sarà necessario fissare l’appuntamento e usufruire della prestazione. 


  7. Nel caso non sia possibile effettuare la prestazione entro i 30 giorni di validità, potrà essere richiesto il rinnovo del vaucher attraverso il pulsante specifico presente nell’area dedicata alla procedura autorizzativa del portale. In tal caso non sarà necessario caricare nuovamente la documentazione.

  8. Il vaucher autorizzativo sarà trasmesso sia all’aderente che richiede la prestazione sia alla struttura convenzionata prescelta.

 

I benefici


  • RBM fornirà l’autorizzazione, oppure la richiesta di integrazione documentale oppure il diniego, tassativamente entro 7!!! 

  • La gestione dell’appuntamento presso la struttura convenzionata sarà più snella e immediata per il lavoratore.

 

La FIM CISL Nazionale

Condividi: