ALTISSIMA LA PARTECIPAZIONE ALLO SCIOPERO DI 8 ORE ALLA ACCIAIERIA DI CALVISANO

Fim, Fiom e Uilm e le RSU della Acciaieria di Calvisano, dopo lo sciopero, avviano un percorso unitario di assemblee e chiedono un confronto immediato con la Direzione sulla sicurezza.

Nov

ALTISSIMA LA PARTECIPAZIONE ALLO SCIOPERO DI 8 ORE ALLA ACCIAIERIA DI CALVISANO

L'altissima adesione dei lavoratori allo sciopero unitario proclamato dalla Rsu e dalle OO.SS #Fimbrescia, Fiom e Uilm a partire dalle ore 22.00 di ieri sera e che terminerà alle ore 22.00 di oggi, a seguito dell’infortunio verificatosi alle Acciaierie di Calvisano (gruppo Feralpi), rappresenta un chiaro segnale della necessità immediata di fare chiarezza e di avviare un percorso interno al fine di prevenire il ripetersi di eventi che pregiudicano la salute e il benessere psicofisico dei lavoratori che, purtroppo, in pochi mesi sono stati coinvolti, anche se indirettamente, in episodi dolorosi come quello verificatosi ieri, che ha portato all’amputazione parziale dell’arto inferiore del dipendente.

Nelle prossime ore saremo impegnati a condividere un percorso unitario di assemblee e in incontri con la Direzione Aziendale, che in seguito all’infortunio si è detta molto attenta alle problematiche inerenti la prevenzione degli infortuni, attenzione che a quanto dimostrano i fatti non è da ritenersi sufficiente.

Sempre più spesso nelle aziende metalmeccaniche della nostra provincia siamo chiamati a discutere di ambiziosi progetti intitolati “ verso zero infortuni” ma sempre più spesso vediamo consumarsi vere e proprie tragedie che hanno purtroppo il potere di cambiare per sempre la vita dei lavoratori e delle loro famiglie.

Condividi: